RiparaTa.it | Laboratorio Tecnico Informatico

Contattaci Subito

Smartphone: 3888673983
Laptop & PC: 3924685045

Orari di apertura

9:15-13:00 | 17:15-20:00
Da Lunedì a Venerdì

NASA: un hacker è riuscito a trafugare progetti super segreti!

Categoria: Tecnologia

Tecnologia

NASA: un hacker è riuscito a trafugare progetti super segreti!


#RubricaTecnologia


Bentornati al consueto appuntamento del giovedì con la Rubrica Tecnologia!
Oggi vi parleremo dell'ennesimo attacco hacker, però questa volta l'hacker è riuscito ad entrare in sistemi all'avanguardi, della NASA, riuscendo a rubare anche file molto segreti.

Tutti noi possiamo immaginare quanto sia difficile trovare una vulnerabilità per entrare nei sistemi della NASA, eppure nel 2018, un ragazzo è riuscito a trafugare dati per mesi.
L'attacco informatico infatti è durato circa 8 mesi, al laboratorio JPL di Pasadena, senza che nessuno scoprisse il colpevole per ben 10 mesi.

In questa settimana il Falcon Heavy, è stato lanciato nello spazio con all'interno il Deep Space Atomic, un progetto che era in sviluppo proprio al JPL di Pasadena, ciò implica che la base in questione sia una delle più famose.

Da quanto hanno riferito, l'attacco è avvenuto nel 2018 e divulgato solo pochi giorni fà, le dinamiche dell'attacco ormai sembrano certe; ovvero come ben possiamo immaginare al JPL di Pasedana sono presenti compilatori e macchine che possiamo solo sognarci, ma in tutto ciò era presente collegato in rete un piccolo Raspberry Pi.
Molti di voi si staranno chiedendo cosa sia un Raspberry Pi, a cosa serve?
L'oggetto in questione non è altro che una schedina di dimensioni molto contenute equipaggiata da un processore ARM e della RAM, quindi un mini-computer.

L'hacker è riuscito ad individuare il Raspberry e accederci facilmente, visto che era stato collegato e dimenicato senza subire nessun aggiornamento di sicurezza; tramite il Raspberry, l'hacker è riuscito a muoversi senza destare sospetti nei sistemi della NASA e scaricare circa 500MB di progetti super segreti.

A quanto sembra i file rubati sarebbero 23, tra cui alcune informazioni ancora non comunicate su Marte.

Di solito i Raspberry non sono dispositivi adatti per essere connessi ad una rete, soprattutto se la rete in questione è di una base di sviluppo della NASA.
L'FBI ha annunciato di aver già rintracciato l'hacker, un ragazzo di circa 22 anni, che sembrerebbe già avere altri reati del genere nella sua fedina penale.

Per oggi è tutto, lo Staff di RiparaTa.it vi augura una buona serata e vi ricorda che ogni giovedì verrà pubblicato un nuovo articolo di Categoria Tecnologia.

Voi cosa ne pensate?
Secondo voi l'hacker è riuscito a diffondere i dati rubati prima di essere beccato?
Molto probabilmente non lo sapremo mai, ma vi ricordiamo che la sicurezza del vostro computer è essenziale.

Vuoi proteggere al meglio il tuo computer?
Non preoccuparti, lo Staff di RiparaTa.it è sempre disponibile ad aiutarti a proteggere il vostro computer al meglio.